• Consigli
Pubblicato September 19, 2019

Consigli per un Anno alla Pari di Successo

Approfittare al massimo dell’esperienza negli USA

Di Hollie Padfield

Ho iniziato da 2 mesi il mio secondo anni qui come ragazza alla pari e, proprio come il mio primo anno, mi sto divertendo un sacco! Ho deciso di estendere con la stessa famiglia ospitante perché andiamo molto d’accordo e perché “funzioniamo” davvero bene insieme. Inoltre, desideravo continuare a vedere crescere i miei bambini ospitanti il più a lungo possibile prima di ripartire.

 

Posso dire che il mio primo anno sia andato bene?

Sì, certamente, nonostante abbia avuto il mio bel numero di sfide da affrontare, come capita a un sacco di altri ragazzi alla pari come me mentre cercano di adattarsi al nuovo stile di vita qui negli Stati Unit. Per me, la difficoltà è stata quella di dovermi abituare al cibo americano e quindi cambiare le mie abitudini alimentari affinché si adeguassero alle esigenze del lavoro e della mia famiglia ospitante. Nel complesso, penso di aver avuto un anno piuttosto buono, ho ottenuto ciò che volevo, come la possibilità di viaggiare, guadagnare una seconda famiglia e conoscere meglio me stessa.

 

I miei consigli per avere un anno alla pari di successo …

Non sono un’esperta della vita alla pari, ma dopo essere stata qui per un bel po’, posso sicuramente dare qualche suggerimento ai futuri au pair, che poi è esattamente ciò che volevo sapere anch’io prima di arrivare negli USA. Quindi, ecco a voi il mio elenco di consigli per avere un anno di successo, lo stesso elenco che mi ha aiutato ad ottenere il massimo dalla mia esperienza:

 

Pensare positivo

Fin dal mio arrivo negli USA, ho sempre cercato di mantenere un atteggiamento più positivo. Questa è una cosa che mi ha davvero aiutata nel creare un buon rapporto con la mia famiglia ospitante e mi ha anche aiutato ad innamorarmi della zona in cui vivo molto più velocemente di come sarebbe stato se mi fossi concentrata solo sugli aspetti negativi.

 

Praticare la comunicazione 

Comunicare bene con la propria famiglia ospitante e con tutte le persone che incontrerete durante la vostra permanenza negli USA è, a mio parere, uno dei fattori più importanti che determinano come sarà il vostro anno. La comunicazione è la chiave per costruire un rapporto con la vostra famiglia ospitante e comprendere meglio i vostri bambini ospitanti e le vostre responsabilità in qualità di assistente all’infanzia.

 

Capire le differenze culturali

É importante capire che le cose saranno leggermente diverse rispetto a ciò a cui siete abituati nel vostro paese d’origine. É possibile che la vostra famiglia ospitante faccia le cose diversamente rispetto alla famiglia che avete lasciato a casa. Ad esempio, mangiare in modo diverso, festeggiare festività diverse e avere tradizioni altrettanto diverse. E va bene lo stesso! Questa è un’esperienza di scambio culturale; accogliete le differenze e, anzi, imparate a conoscerle meglio e condividete le vostre tradizioni e i vostri piatti preferiti con la vostra famiglia ospitante. Essere preparati al fatto che le cose potrebbero essere diverse da come siete abituati, è un aspetto importante di questa esperienza. Più sarete preparati e più accetterete facilmente … meno sarete colpiti dallo shock culturale.

 

Trovare del tempo per se stessi

Non ho preso questa cosa sul serio finché non ho superato i primi 6 mesi del mio primo anno. Iniziavo a sentirmi stanca e a sentire sempre di più la mancanza di casa sempre, così decisi che una volta a settimana (almeno) avrei fatto qualcosa per me stessa. Per me, questo significava andare a prendere un caffè e fare un giro intorno a Target da sola. Per voi, invece, potrebbe significare andare in palestra, leggere un libro oppure andare a farvi fare i capelli. Qualunque cosa sia, assicuratevi di farlo, perché vi aiuterà davvero a dimenticare la nostalgia di casa per un po’.

 

Instaurare un rapporto di fiducia con la propria famiglia ospitante 

Ultimo, ma non meno importante, costruire un rapporto di fiducia con le persone con le quali vivete è davvero molto importante. Senza la fiducia non c’è nessun rapporto. Questa cosa è stata particolarmente importante soprattutto con i miei bambini ospitanti; sono giovani e timidi quindi ci tenevo che si sentissero a proprio agio con me. Cerco sempre di mantenere fede alle mie promesse e porto sempre avanti le cose che dico di fare. E, per questo motivo, ho un fantastico rapporto con i miei bambini ospitanti e anche con i miei genitori ospitanti.

 

Avere un anno di successo può avere un significato diverso per ognuno. Vi incoraggio a ricordarvi le ragioni che vi hanno spinto a diventare un ragazzo/a alla pari, portarle avanti e farle accadere. In questo modo, vi si prospetterà l’anno migliore in cui raggiungere i vostri obiettivi!


Mi chiamo Hollie, ho 18 anni, sono un’au pair gallese e vivo nel Maryland. No, non mi piacciono i granchi, spendo più soldi e tempo da Target che in qualsiasi altro posto.

Più popolari

Altre Consigli

A line drawing of a gumball machine

Vuoi scoprirne di più?

Ti diremo tutto quello che hai bisogno di sapere per iniziare l’avventura della tua vita come au pair negli USA. Viaggia, impara e cresci con Cultural Care!

Scopri di Piú